Consultazione UE rivolta alle PMI sui documenti elettronici di trasporto

La digitalizzazione può migliorare in modo significativo l’efficienza, l’affidabilità e l’economicità dei trasporti e della logistica. L’uso di documenti elettronici anziché cartacei, in particolare, dovrebbe portare a benefici significativi in termini di amministrazione semplificata e risparmio sui costi. Tuttavia, la maggior parte dei documenti utilizzati nelle operazioni di trasporto merci sono ancora emessi, trasferiti e archiviati su carta.

La Commissione europea sta cercando modalità per sfruttare appieno il potenziale della digitalizzazione dei documenti di trasporto per tutte le modalità di trasporto merci. In questo contesto, sono state attivate varie attività di consultazione delle parti interessate, tra cui questo sondaggio.

L’obiettivo di questa consultazione è raccogliere le opinioni e i problemi delle PMI sui seguenti elementi chiave:

  • se e in che misura le PMI utilizzano documenti elettronici di trasporto;
  • se vi sono benefici che le PMI potrebbero trarre dall’uso di documenti elettronici di trasporto;
  • se non usano documenti elettronici, per quali motivi;
  • cosa potrebbe fare la Commissione per facilitare l’uso del documento elettronico di trasporto da parte delle PMI.

Vi invitiamo a rispondere al questionario in allegato.

Per contribuire alla consultazione si prega di compilare e far pervenire il questionario all’Azienda Speciale Piceno Promozione della CCIAA di Ascoli Piceno (che provvederà ad inserire le risposte in forma anonima nell’apposito database della Commissione Europa) entro il 12 gennaio 2018 al seguente indirizzo di posta elettronica:  piceno.promozione@ap.camcom.it

I commenti sono chiusi